martedì 4 ottobre 2016

LIFE: Foto Ricordo da Orticolario 2016

Domenica è stata una giornata favolosa! L'edizione di quest'anno di #orticolario secondo me è stata bellissima. Vi lascio alcune foto ricordo di questa esperienza che spero di rivivere presto! Sicuramente a maggio con Orticola e a ottobre prossimo con la 9a edizione di Orticolario.

Siamo arrivati a Como con le Ferrovie Nord, dopodiché ci siamo diretti al pontile 5 da dove partiva il traghetto gratuito per Orticolario.


Il viaggetto in traghetto è durato circa 15 minuti ed è stato molto piacevole. Giunti a destinazione siamo stati accolti da tantissimi espositori di piante e non solo.
Cactus giganti, anemoni (fiore protagonista dell'edizione di quest'anno) e rose bellissime ci hanno
guidato lungo tutto il percorso verso la Villa Erba. 

















Tra gli espositori anche Caudalie
Era presente con uno speciale stand dedicato al mondo della vinoterapia dove le visitatrici hanno potuto testare direttamente l'efficacia delle formulazioni proposte. Non solo, abbiamo potuto anche assaggiare delle ottime rinfrescanti bevande a base di uva bianca e rossa gentilmente offerte dalle ragazze di Caudalie. Di questo brand vorrei parlarvi in un post dedicato perché ha dei prodotti ottimi e perché, insieme ad altre aziende, dona l'1% del suo fatturato a progetti a tutela dell'ambiente facendo parte dell'associazione 1% For The Planet.




Arte nel parco
Nel Laghetto delle carpe Galp era presente l’installazione "Ritorno alle origini" di Artheline, con curiosi ippopotami. Grandi e coloratissimi che hanno trasmesso a tutti i visitatori buonumore ed era questo l’obiettivo della coppia Arnaud e Adeline Nazare-Aga: regalare felicità a chiunque stia guardando una delle loro opere, realizzate in polvere di marmo e resina, levigate e dipinte a mano nella loro factory a Bangkok. 


Accanto al laghetto c'era uno stand espositivo molto particolare, quello dei collettori del sole Cazador-del-sole . Sono dei collettori di sole che portano armonia e luce calda nella vita quotidiana. Che il sole splenda o nei sia una giornata grigia, i collettori trasformano la luce invisibile in visibile. Per chi fosse interessato, andando sul sito http://www.po-bz.it/cazador-del-sol/ e inserendo il codice promo " bergamo2016 " otterrete uno sconto del 10% sui collettori che sceglierete.




Un tocco musicale è quello che abbiamo trovato durante la nostra passeggiata in diversi punti del parco. In particolare abbiamo trovato le installazioni di Vittorio Peretto che ha dato vita al progetto  “Musicalia”: una collezione di violini, arpe, note, pentagrammi, … 


Con "Ancestrale" l’artista poeta e viaggiatore Giovanni Tamburelli ha portato sull’acqua e sul prato della Darsena le sue sculture in ferro e in bronzo: grandi ed eleganti zanzare, dalle lunghissime zampe, che invitano ad immaginare il loro sottile ronzio, un suono persistente che, per le antiche culture sciamaniche, aiuta a sintonizzarsi con la vibrazione primordiale dell’Universo. 




Pranzo in Villa
Ci siamo regalati un raffinato brunch nella sala della musica di Villa Erba.
Il brunch era curato da Ristorante Tarantola e abbiamo assaporato delle ottime torte salate con una vasta selezione di formaggi e affettati come antipasti, come primi abbiamo assaggiato l'orzotto alla Milanese (buonissimo) e i ravioli con sugo di arrosto. Come secondo una fettina di maialino al rosmarino, semplicemente delizioso. Abbiamo concluso con una torta alla vaniglia e cioccolato. Squisito, ve lo consiglio se siete alla ricerca di un luogo riservato, tranquillo e con una vista mozzafiato. Come centro tavola dei bouquet di fiori di stagione stupendi.
Vi segnalo anche altri punti ristoro: Creme, molto bello all'interno di una piccola serra, l'ortofritto e un banchetto dove servivano gelato italo-giapponese in cialda di riso, originale!




I progetti espositivi
Subito dopo pranzo abbiamo fatto un giretto per i progetti espositivi creativi: uno più bello dell'altro. I miei preferiti sono stati "Pioggia" e "Vedere con le orecchie, ascoltare con gli occhi"
"Pioggia" è stato il progetto creativo realizzato da Giardini Benatti di Cusano Milanino (Mi) giardinibenatti.netUn tempio dove uomo e natura si ritrovano riflessi nella stessa acqua. In omaggio a Luchino Visconti e all’arte del cinema: una pioggia cadeva attraverso i frame di una pellicola cinematografica, che tutto racchiude. Bellissimo!



"Vedere con le orecchie, ascoltare con gli occhi" era il progetto di Enzo Gifu enzo-garden.net

Secondo la filosofia Zen il sesto senso ci permette di parlare alla natura. Percorrendo - rigorosamente a piedi nudi- una passerella di legno fra piante, una fontana ed un braciere, simboli di elementi di purificazione, si accedeva ad una piattaforma pentagonale, dove, attraverso la meditazione, si poteva avvertire il sesto senso entrare in consonanza con la natura, vedendo con le orecchie ed ascoltando con gli occhi. Bambini permettendo!






Visita alla Villa Erba
Al termine dei nostri giretti abbiamo avuto anche modo di visitare la Villa Erba.
La visita, della durata di una mezzorettta ci ha portato alle stanze del primo piano (stanza delle sorelle di Luichino Visconti con un bagno privato bellissimo) e alle stanze del piano terra (biblioteca, sala della lettura, sala della musica, sala dei balli e cucina).
Curata da delle studentesse di una scuola del turismo di Como è stata un'esperienza molto carina per visitare una villa che in altre circostanze non è visitabile. Ve la consiglio.








Per tutte le info e per seguire le prossime iniziative 
#orticolario
#orticolario2016