domenica 8 luglio 2018

BEAUTY: Nail art dalle origini ad oggi

Ciao a tutte, ma voi la conoscete la storia della nail art? Scopriamola molto velocemente insieme!

Età del bronzo - antico egitto
La nascita della nail art è da ricercarsi in Asia durante l'età del bronzo, attraverso la tintura all'henné. In seguito si affermò in Mesopotamia, in Babilonia (qui gli uomini ricchi erano soliti colorarsi le unghie con del kajal nero, mentre gli uomini delle classi sociali basse adoperavano il kajal verde). In Cina anche le donne cominciarono a decorarsi le unghie nello stesso periodo, sfruttando delle tinture vivaci ottenute dai pigmenti dei fiori. 
Nell'antico Egitto la cura del corpo era tenuta in grande considerazione e le unghie venivano decorate: anche qui il colore distingueva i ceti sociali e generalmente le donne di bassa estrazione utilizzavano dei colori pastello, mentre le donne importanti si dipingevano le unghie di un colore rosso che andava via via intensificandosi quanto più alta era la posizione sociale della donna. Le regine utilizzavano un rosso molto vivo, che non era consentito alle altre donne.

Anni 30-50
Per molti secoli la nail art ebbe grande rilievo, finché nel Medioevo la pratica di dipingersi le unghie andò sempre più in disuso. La moda riapparve nel Rinascimento, solo negli anni venti del ventesimo secolo, grazie all'estetista Michelle Menard, si affermò la manicure così come la conosciamo oggi.Negli anni 30 un dentista ideò le prime unghie finte.
Come non citare gli anni 50, dove icone di stile come Marilyn Monroe rilanciano la tendenza delle unghie lunghe e rosse.

Anni 70-80-90
Negli anni settanta nasce la "french manicure", le unghie diventano squadrate e terminano con una punta dipinta di bianco. 
Negli anni ottanta invece le unghie vengono spesso dipinte con colori molto vistosi, si sviluppa il cosiddetto "effetto neon" e la ricostruzione con gel e resine diviene un'abitudine diffusa. 
Negli anni novanta la cultura grunge propone smalti neri e brillantini, affiancati dal ritorno del rosso classico e dei colori pastell0.

Oggi
A partire dal terzo millennio, le tendenze in fatto di nail art si differenziano in maniera sempre più ricca: nascono la ricostruzione, i gel, gli smalti semipermanenti e i piercing sulle unghie. 

Io non sono una grande amante di disegnini, colori estrosi, sono fedele ai colore nude, rosso, trasparente. Ma qualche settimana fa ho provato a farmi applicare un piccolo svarosky sull'anulare sinistro e devo dire che è un effetto fine e delicato, quindi ne sono soddistatta.

Vi lascio alcune idee trovate su instagramm che mi sono piaciute molto (alcune già provate!)

  
 
  

Un bacino dalla voista Ci